Cute Sensibile e Delicata?

TRATTAMENTO LENITIVO  CUTE SENSIBILE 

Come descrivere una cute sensibile?

Nella maggior parte dei casi è un’epidermide fisiologicamente più sensibile, una pelle suscettibile, iperreattiva, una pelle cioè che, a parità di circostante e di stimoli, reagisce più in fretta e più intensamente di una normale.

Si tratta di una pelle con una soglia di reattività più bassa in rapporto alla norma e nei confronti di varie stimolazioni non specifiche di origine interna: fattori digestivi (alcol, cibi speziati e piccanti), emozioni, stress, fattori ormonali e stimolazioni di origine esterna: freddo, vento, sole, sfregamento, cosmetici troppo coprenti.

In un minor numero di casi si tratta di una pelle patologicamente sensibile, cioè la sua sensibilità è causata da malattie generali (insufficienza renale), dermatosi vere e proprie (dermatite atopica, eczema da contatto) o che tale è diventata in seguito ad aggressioni esogene, quali ad esempio: le dermatiti solari (allergie alla luce ecc.); trattamenti cutanei irritanti; cosmetici inadeguati.

Comunque, in tutti i casi, la cute sensibile è uno dei più frequenti motivi di richiesta di intervento dermatologico e va valutata singolarmente, caso per caso.

Come spiegare la pelle sensibile?

L’epidermide è una struttura complessa costituita principalmente da: strato corneo che contiene i cheratinociti, quelle cellule che contattano l’ambiente esterno, la membrana basale dermo- epidermica che assicura le relazioni con il derma.

Vero e proprio tessuto di sostegno e centro vitale della nostra epidermide, il derma assolve ad una funzione molto importante nei processi di cicatrizzazione e garantisce la microcircolazione cutanea, melanociti che producono la melanina, essenziale per la pigmentazione cutanea e per la fotoprotezione, le cellule di Langerhans, cellule immuno-competenti che sorvegliano a livello periferico il sistema immunitario.

Svolgono un ruolo importante nella difesa da ogni aggressione esterna.

Tutti questi elementi cutanei possono essere colpiti da varie alterazioni: se si altera lo strato corneo si modifica la funzione protettiva cutanea; se l’alterazione è a carico della membrana basale, la pelle si assottiglia (come accade nel photo-aging: invecchiamento causato dai raggi ultravioletti) o si manifesta una vasodilatazione cronica (per esempio la couperose); se si altera il sistema riproduttivo della melanina, si può instaurare sia il photo-aging sia fotoallergie; in caso di alterazione delle cellule di Langerhans appaiono fenomeni di intolleranza e di sensibilizzazione cutanea o, addirittura allergie vere e proprie.

Oltre alle cause primarie appena passate in rassegna, esistono anche delle cause secondarie all’origine del problema pelli sensibili, una delle quali è il fattore psicologico.

Quest’ultimo gioca un ruolo fondamentale in tutti i problemi di salute e bellezza.

Ma anche altri fattori possono avere il loro peso.

Ad esempio, una reazione cutanea può essere indotta da condizioni generali organiche: stanchezza, età, stato di salute; da quelle ormonali: gravidanza, menopausa, mestruazioni, etc.

Ecco perché può accadere che una cliente assolutamente soddisfatta di un certo cosmetico, non riesca più a sopportarlo da un giorno all’altro.

L’influenza di vari fattori può aver modificato la sua soglia di reattività.

 

I SEGNALI

  • Intolleranza a molte sostanze.
  • Si preferiscono i cosmetici per bambini perché la cute è molto irritata.
  • Prurito, pizzicore, a volte bruciore.
  • Sensazione di cute tesa, persino dolente.
  • A volte forfora a zone.
  • Capelli: niente di particolare. Non tengono molto. Sono «elettrici»

 

LA SOLUZIONE

  • Calmare
  • Attenuare irritazioni e infiammazioni
  • Rilassare , lenire arrossamenti e irritazioni
  • Rendere più resistente la cute
  • Agire a livello neurosensoriale

 

I PRODOTTI

Detersione specifica:

 

Trattamento cute:

Lozione lenitiva all’avena

 

Scopri la Bio Beauty Routine Cute Sensibile